Contrasti @ Ondalternativa

Gli Antistamina sono una band ska – punk romana che nasce ufficialmente nel 2004 , quando le personalità di Andrew, Patrick, Bobby e LadyOrange si incontrano, fondendosi,pochi mesi dopo anche con quelle di Ilario e Marco . Agli studi di registrazione preferiscono il palco:gli Antistamina possono infatti vantarsi di essere stati headliner di concerti o di aver fatto gli opener a band come DDR, Radici nel Cemento , Fahrenheit 451 e aver partecipato al festival Hate & War organizzato dalla Raged Records . Propro dall’incontro con questa casa discografica nel 2005 la band ottiene la partecipazione ad un album “split” (un album che contiene brani registrati e suonati da due o più artisti o band),intitolato *6 che darà agli Antistamina molte soddisfazioni ed un discreto successo radiofonico grazie a Matta,uno dei singoli estratti. Sempre con la collaborazione della Raged Records partecipano ,nel 2006 ad un album tributo a Joe Strummer e ai Clash proponendo una cover di Tommy Gun ,e pubblicano finalmente il loro album Contrasti,un lavoro che ripercorre le fatiche degli Antistamina in 4 anni di attività.

Il primo brano di questo album è Apache,una traccia solo strumentale in cui possiamo apprezzare a pieno le doti di Bobby (batteria),Patrick (basso), Andrea (chitarra),Ilario (tromba, cori),Corrado (sax, cori). Tra le cover che gli Antistamina ci regalano con Contrasti ,Rebel Yell ,celebre brano di Billy Idiol ,ovviamente modificata in chiave skapunk da Lady Orange e company (che è anche il primo singolo estratto da questo album) e un approccio più veloce e cadenzato di Becouse You’re Young ,brano dei Cock Sparrer (la ghost track ). Con Il Migliore Della Classe si incontrano un po’ di contrasti, per l’appunto :una band come gli Antistamina riesce a cadere del baratro dei pregiudizi più spiccioli .In questo brano infatti sembrano prendersela con chi è bravo a scuola.Questo scolaro modello diventa il soggetto di altre considerazioni : subito lo studente bravo è quello figlio di papà,che si merita “Quella statuetta di metallo con la targa ‘Il Migliore’ “,colui che è considerato “L’intoccabile il santo profeta!”,”Quello che parla, suona e scrive sempre meglio di te ,lo spacciatore di saggezza e di mille perché!”,come se insomma essere volenterosi ,saggi e curiosi diventasse una colpa da punire,se fatta con umiltà,ma forse è qui che gli Antistamina vogliono battere di più,sull’umiltà…
Sempre in ambito scolastico,lasciamo per un attimo perdere i “secchioni” della classe per rivivere,o immaginare,la maturità “Cento giorni che passano in un attimo”,ma è il post – maturità che demoralizza gli Antistamina (e non solo),fatto di delusioni , illusioni , aspirazioni che probabilmente non verranno realizzate perché “è una presa per il culo è solo una bugia”.

Ed ecco continuare i “contrasti antistaminici”:dopo un brano di sogni perduti e rabbia contro il sistema gli Antistamina si sentono di dirci anche che “ domani, ma domani è un altro giorno per sperare!I tuoi sogni i tuoi sogni non li devi abbandonare!Andando avanti sai che un giorno ne uscirai e inizierai a volare in alto sai!”(Voglia di Cambiare).
Un po’ fuori sound rispetto agli altri brani sono invece Libertà Apparente – un riff iniziale ,decisamente più rock rispetto ai suoni della band , si ripete di continuo e lascia poco spazio allo ska degli Antistamina per un improvviso ,e gradito,cambio di sterzata! – e La Luce,dalle sonorità più punk rock.
Un album ricco di contrasti insomma.

3/5

Silvia Eufemi

Annunci