Contrasti @ MoveOut Free Magazine

“Campi lunghi, grandangoli, uno sperone, un duello: non stiamo vivendo “Kill Bill”, ma è quella l’atmosfera che si respira ascoltando il primo pezzo (“Apache”) di “Contrasti”. Chitarre Pulp, Trombe squillanti, cavalcate ritmiche. Bella intuizione questo ska–punk ribelle, ben prodotto e curato nei testi e nelle melodie delle sezioni di fiati.
Contrasti è l’album che riassume il lavoro che la band ha prodotto finora, 11 tracce, tra cui “Maturità”, il singolo del 2006, brani del repertorio storico della band, inedite come “Libertà apparente” o cover e reinterpretazioni come “Apache”, o “Rebel Yell” di Billy Idol.
“Contrasti”: sicuramente un titolo azzeccato. La band, capitanata da Lady Orange, arrangia e unisce in maniera intelligente ed accattivante suoni più propri del rock e del punk ai bpm dello ska, con chitarre e tastiere in levare, sezioni di fiati, con echi elettronici (come in “Rebel Yell”).
Ascoltate “Il perfetto benpensante”, “Il primo della classe”, “Voglia apparente”: le chitarre cambiano decisamente, lasciando spazio ad un sound più aggressivo, più “punk-hardcore” (l’ispirazione settantina al two core è particolarmente evidente).
Il mixaggio mette sempre in risalto fiati e armonie delle chitarre, rendendo di impatto (sicuramente nelle dancefloor) il fronte sonoro, lasciando però che la voce penetri (a volte non troppo), nelle frequenze e nei messaggi.

Guido M.”

Annunci